Da un Notturno a Camden Lock, London

Quante volte abbiamo sognato di viaggiare e di scoprire posti lontani solamente perché siamo rimasti affascinati dalle pagine di un libro o dalle note di una canzone che racconta di quei luoghi? Liberare la fantasia e lasciarsi trasportare dall’immaginazione in un lungo viaggio, in una grande città, con una barca in mare aperto o alle prese con un difficile sentiero di montagna che altri hanno descritto, è senza dubbio una sensazione piacevole ma, quando a questi momenti sensoriali ne conseguono delle vere e proprie esperienze personali, allora sì che si forma un solco indelebile nei nostri ricordi. Londra è una città straordinariamente affascinante, visitata molte volte e molte altre raccontata; quando essa appare nei miei pensieri è sempre accompagnata da una canzone: “Notturno, Camden Lock”.

Piacevole ballata notturna del gruppo musicale dei Modena City Ramblers questo pezzo,  insieme a molti altri della band, ha spesso fatto da colonna sonora accompagnandomi nel trascorrere delle mie giornate e rappresenta tuttora una connessione inscindibile tra il sottoscritto e la città londinese. “Notturno, Camden Lock”  è infatti ambientata nel quartiere londinese di Camden Town a Nord della città, famoso in particolare per l’affollato mercato e come centro di vita delle masse alternative della popolazione. Nello specifico, Camden Lock è una tradizionale doppia chiusa attivabile manualmente che opera fra due livelli ben separati del Regent’s Canal (una specie di ascensore idraulico), consentendo così alle acque del canale di alzarsi ed abbassarsi per permettere alle barche di superare i dislivelli; “Chiusa“, in inglese, si dice infatti “lock“. Sui numerosi ponti che sovrastano i canali del quartiere, è interessante notare i profondi solchi lasciati impressi dalle corde da rimorchio dei cavalli che tiravano i barconi attraverso le acque.

Proprio nei pressi della chiusa, si sviluppano gli ormai popolari mercati di vestiti, artigianato, bigiotteria, libri e soprattutto i famosi stivali dai più svariati colori con il marchio Dr.Martens. Passeggiando in questo pittoresco quartiere è facile perdersi tra prodotti inconsueti, alternativi e spesso introvabili, rischiando anche di fare qualche buon affare, sopratutto con prodotti  in second-hand! Negli ultimi anni questa area, anch’essa invasa dalle grosse catene commerciali legate al business, ha  perso un po’ la sua tradizionale atmosfera ma, se la consideriamo tutta nel suo insieme (“Notturno, Camden Lock” compreso) merita sempre una toccata e fuga durante una qualsiasi visita nella British land.

Trovare un alloggio nei pressi di Camden Town non è un problema se vi affidate al sito www.9flats.com, “Stop being a tourist” ma sentitevi londinesi quindi! Date un’occhiata a questa stanza: www.9flats.com/it/places/9755-appartamento-londra-camdentown e buona ricerca, mentre io… “Voglio stare un po’ seduto qui a finire il mio bicchiere e a guardare le barche addormentate sulle acque del Regent’s Canal da qui non si sente il traffico che percorre la Camden High street solo il vento mi porta le voci degli uomini di ritorno dall’ultimo pup”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...