A Vienna per i 150 anni di Klimt

Accostare il nome di Klimt, indiscusso maestro della pittura austriaca, a Vienna è fin troppo facile e immediato. Spesso addirittura le opere del pittore divengono l’attrazione principale per chi vuole godersi qualche giorno nella capitale, ammirando alcuni dei capolavori più ammirati al mondo, uno su tutti “Il bacio”. Quest’anno in particolare Vienna ha voluto rendergli omaggio, nel 2012 infatti la città festeggia il 150esimo anniversario della nascita di Gustav Klimt (1862-1918) e lo fà dedicandogli otto mostre con circa 8oo opere mai esposte qui prima d’ora.

Attrezzati ad accogliere i visitatori che accorrono da ogni parte del globo terrestre sono: il castello barocco del Belvedere che possiede la più grande raccolta al mondo di dipinti dell’artista (22 in totale fra cui Il bacio e Giuditta);  il Kunsthistorisches Museum con una mostra dedicata ai dipinti realizzati dall’artista tra le arcate e le colonne delle scalinate del museo; il Leopold Museum che ospita un’originale mostra sui viaggi dell’artista (dalla Boemia alla Francia, dalla Spagna all’Italia dove si innamorò dai mosaici dorati del Duomo di Venezia e delle Chiese di Ravenna); l‘Albertina con una mostra che si concentra sull’eleganza della linea di Klimt e i suoi sensuali nudi femminili; il Museo austriaco del Teatro che espone il solo, celeberrimo dipinto – Nuda Veritas del 1899; il Wien Museum  ed i suoi 400 disegni  svelati per la prima volta al pubblico tutti insieme; il Museo del Folclore con una mostra dedicata alla raccolta di campioni tessili; ed infine il Künstlerhaus, che allestisce un percorso tra vita privata e ricerca artistica attingendo a documenti e fotografie d’archivio.

A Vienna per i 150 anni di Klimt non mancano anche visite guidate alle opere permanenti, come il Fregio di Beethoven, lungo oltre 34 metri e ispirato alla Nona Sinfonia che si trova all’interno del palazzo della Secessione sotto la magnifica cupola lavorata con 3.000 foglie d’alloro di ferro dorato. Da qui si possono intraprendere inoltre numerose passeggiate dedicate ai colleghi di Klimt che tra Otto e Novecento trasformarono il volto della città, tra cui i magnifici edifici abbelliti da marmi, vetri, mattonelle come la Majolikahaus.

Cosa aggiungere? Un’occasione unica da non lasciarsi sfuggire per farsi una full immersion nel mondo del più conosciuto tra i fondatori del gruppo della Secessione Viennese oltre che maestro di altri due giganti della pittura austriaca dei primi anni del Novecento: i pionieri dell’Espressionismo Egon Schiele e Oskar Kokoschka. Trovare un’alloggio adatto a voi sarà molto facile grazie a www.9flats.com e se accettate un suggerimento provate ad alloggiare nel bellissimo appartamento di Corinna, una vera viaggiatrice. Affrettatevi che il compleanno di Klimt stà per finire!

Annunci

Una risposta a “A Vienna per i 150 anni di Klimt

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...